Il programmato

 

 

 

La Pubblica Assistenza AVIS Corinaldo è da anni impegnata nell'attività di trasporto infermi programmata.
Il Servizio Sanitario Nazionale attribuisce alle persone affette da alcune malattie cronico degenerative o che non possono deambulare autonomamente il diritto ad essere accompagnati alle strutture sanitarie da ambulanze attrezzate. Si tratta di servizi non urgenti che si caratterizzano per la programmabilità degli orari (fisioterapie, dialisi, dimissioni, trasferimenti, ricoveri non urgenti, terapie o esami di vario genere).
Il calore umano che si può ricevere e che si ha la possibilità di dare facendo questi servizi li rende una esperienza indimenticabile.
Dopo avere fatto di tutto per rendere più piacevole il viaggio di quelli che diventano veri e propri amici ci si rende conto di avere ricevuto più di quanto si è dato.
Si recupera una giusta visione della propria vita, si definiscono meglio le priorità da seguire, si comprende il valore del proprio tempo.

Le emergenze del 118

 

 

 

In applicazione di una legge nazionale tutte le attività di emergenza devono essere dirette sul territorio da centrali 118 provinciali.
Il 118 è il numero unico nazionale che tutti i cittadini devono comporre in caso di urgenze sanitarie: alla chiamata risponderà la centrale più vicina.
Nelle Marche il 118 fa capo a quattro Centrali Operative che corrispondono alle province di Ancona, Pesaro, Macerata e Ascoli Piceno.
La centrale, nella persona di un infermiere professionale, risponde alle chiamate dei cittadini e decide quale sia il mezzo più adeguato da inviare scegliendo tra l'ambulanza con il medico, l'elicottero o l'ambulanza senza medico.
Il pronto intervento nel territorio della nostra Azienda Sanitaria è garantito da quattro postazioni: una ad Arcevia e una a Senigallia dotate di personale altamente specializzato (medico, infermiere, autista) dipendente del Servizio Sanitario Nazionale. Le altre due postazioni, ubicate ad Ostra e Corinaldo forniscono un supporto con i propri volontari appositamente formati. In caso di necessità può essere impiegato anche l'elicottero solitamente di stanza ad Ancona.
In particolare, la Pubblica Assistenza Avis Corinaldo, in via prioritaria detiene la competenza sulle zone di Corinaldo, Ostra Vetere, Ripe, Castelleone di Suasa, Castelcolonna, Barbara e Monterado, parte del Comune di Arcevia e viene allertata in tempo reale ogni qualvolta viene richiesto un intervento al 118.
La nostra associazione garantisce la disponibilità 24 ore su 24 di un equipaggio appositamente formato e di una ambulanza attrezzata .

 

Il trasporto sangue

I nostri mezzi sono anche impiegati per portare ogni mattina i prelievi fatti in alcune sedi periferiche dell'azienda sanitarie al laboratorio analisi dell'ospedale di Senigallia.
La sera è nostra cura riportare i risultati degli esami eseguiti nei giorni precedenti.
Infine è molto importante il trasporto urgente di sangue dal centro trasfusionale alle sedi in cui sia necessario.

Il gruppo truccatori

La Pubblica Assistenza AVIS Corinaldo dal 2003 ha costituito un gruppo di truccatori, cioè di volontari specializzati nella riproduzione di scenari realistici delle emergenze che si possono verificare nella realtà.

I truccatori di Corinaldo, prendendo spunto dalla lunga esperienza della Croce Rossa in questo settore, sono in grado di riprodurre le più comuni ferite, ustioni, fratture e di ricostruire scenari anche complessi con i quali mettere alla prova i volontari nelle eserciatazioni o mostrare i cittadini l'attività svolta e le tecniche di primo soccorso.

I truccatori di Corinaldo sono i primi e gli unici truccatori dell'ANPAS in Italia per questo hanno dato il loro contributo per la riuscita di moltissime manifestazioni nelle Marche e in tutta la Nazione.

La reperibilità

 

Da Febbraio 2004 la Pubblica Assistenza offre ai cittadini dell'intera Zona Territoriale 4 di Senigallia un servizio di dimissione dal Pronto Soccorso, di trasferimento dei pazienti da un reparto all'altro, di consulenza di cartelle cliniche nelle notti e nei giorni festivi.

Il servizio nasce dalla constatazione di un bisogno oggettivo. Numerosi sono i servizi secondari per i quali non possono essere utilizzati i mezzi ordinariamente dedicati all'emergenza, i cittadini che dopo essere stati visitati in Pronto Soccorso vengono dimess,i senza il nostro impegno, rischiano di aspettare fino alla mattina. Distogliere i mezzi di emergenza per soddisfare questo bisogno espone al rischio di non poter fronteggiare in modo appropriato le emergenze anche gravi sul territorio.

Attraverso il servizio di reperibilità viene assicurata all'ospedale la disponibilità di un mezzo attrezzato e di due volontari entro un arco temporale che non può superare i 90 minuti, ma che, salvo situazioni particolari, è di fatto disponibile dopo circa 30 minuti dalla chiamata.

Si tratta di un servizio molto importante per il quale ci sentiamo di ringraziare tutti i volontari che collaborano e si privano di ore di sonno o di tempo libero per accorrere prontamente in caso di necessità. E' un servizio semplice adatto a tutti, richiede una minima formazione ma consente di avere tante soddisfazioni.

 

La protezione civile

 

(Anpas Marche a L'aquila)

 

La Pubblica Assistenza AVIS Corinaldo, aderisce alla rete di protezione civile dell'ANPAS, una delle poche organizzazioni in Italia capace di mobilitare, in caso di necessità, migliaia di volontari e mezzi in poche ore. Tutti i nostri volontari sono formarti anche per interventi di protezione civile soprattutto di tipo sanitario. Alcuni si sono specializzati in attività di segreteria e altri in attività logistiche (comunicazioni radio, allestimento campi, allestimento impianti idraulici ed elettrici).

I nostri equipaggi partecipano regolarmente ai campi di esercitazione della protezione civile nelle Marche e in tutta Italia, in diverse occasioni hanno partecipato ad operazioni di soccorso in caso di terremoto o di altre calamità naturali.

Non posso non citare l'impegno dei nostri volontari, nell'assistenza ai pellegrini accorsi a Roma per rendere omaggio alla salma di Papa Giovanni Paolo II°.

L'attività di protezione civile è entusiasmante per le opportunità di formazione che offre e soprattutto per la possibilità di offrire un aiuto concreto, dopo il verificarsi di un evento catastrofico. Tutti i volontari che vi hanno partecipato hanno raccontato con gioia il clima di condivisione che si instaura tra i soccorritori e la popolazione assistita.

 

I laboratori degli Scout

 

In collaborazione con l'Associazione Scout di Pongelli, ormai da alcuni anni, si tiene a Corinaldo un laboratorio regionale di primo soccorso che vede la Pubblica Assistenza direttamente coinvolta.

Al laboratorio partecipano di solito una trentina di scout provenienti da tutte le Marche, i volontari della Pubblica Assistenza alternano brevi corsi di primo soccorso a temo con dimostrazioni pratiche che spesso coinvolgono anche i ragazzi.

La manifestazione di conclude con una simulazione di maxi emergenza in cui i ragazzi sono chiamati a valutare gli scenari e gli infortunati coinvolti, ad allertare i soccorsi, ad aiutare, mettendo in pratica le nozioni apprese la giornata precedente, gli equipaggi delle ambulanze. La simulazione è un ottimo strumento per far comprendere la drammatica scarsità delle ambulanze in caso di maxi emergenze, l'atmosfera di grande confusione che le caratterizza, la necessità di una capillare formazione della popolazione sul territorio di cui essi stessi possono essere valido esempio.

Le due giornate sono una importante occasione per gli scaut di diventare un pò soccorritori e per i soccorritori di diventare un pò scout. Il divertimento è assicurato!!!

 

Gli stages estivi

 

La Pubblica Assistenza si offre ogni estate di accogliere sei ragazzi che scelgono di aderire allo stage lavorativo estivo organizzato dal Comune di Corinaldo. L'attività svolta in collaborazione con il Comune, che si occupa della parte organizzativa, permette ai ragazzi di svolgere attività in ambulanza per 80 ore, in affiancamento ad equipaggi esperti della Pubblica Assistenza impegnati nei servizi programmati. Attraverso la stage viene perseguita la finalità di far conoscere ai ragazzi i valori del volontariato.

L'Associazione è così convinta dell'importanza di questa iniziativa che finanzia direttamente tre dei sei stages annualmente svolti in associazione, offrendo al Comune la possibilità di accogliere la richiesta di più ragazzi.

Credo che non sia un caso il fatto che la maggior parte degli stagisti poi diventino volontari in pianta stabile.

 

La promozione nelle scuole

 

La Pubblica Assistenza vede nei giovani il suo futuro e la risorsa inesauribile del suo entusiasmo. Per questo promuove nell'arco dell'anno numerose iniziative di promozione del volontariato nelle scuole elementari, medie inferiori e medie superiori.

Vengono sviluppati progetti in collaborazione con le scuole elementari e medie inferiori di Corinaldo, Ostra Vetere e Castelleone di Suasa. I volontari portano la loro testimonianza ai ragazzi delle quarte elementari ai quali mostrano le attrezzature di un'ambulanza. Ai ragazzi di terza media invece viene fatta una dimostrazione di rianimazione cardio polmonare e viene offerta la possibilità a titolo gratuito di frequentare un semplice corso teorico e pratico di sei ore.

In collaborazione con il Centro Servizi per il Volontariato di Ancona vengono organizzate testimonianze nelle classi quarte di diverse scuole medie superiori di Senigallia. Ai ragazzi viene offerta la possibilità fare uno stage di sei ore in affiancamento ad un equipaggio impegnato la mattina nello svolgimento dell'attività programmata. Molti sono i ragazzi che al termine del loro stage hanno deciso di proseguire nell'attività di volontariato.