Come è nata

 

 

 

Durante gli anni 80 il sistema di emergenza sul nostro territorio non era così integrato e così efficiente come lo è oggi. Purtroppo a Corinaldo, in numerose occasioni, per una cattiva organizzazione delle modalità di impiego dell’ambulanza locale spesso affidata a personale reperibile si erano verificati degli imperdonabili ritardi nel soccorso ai cittadini.
Il primo Maggio 1988 un ragazzo subì un incidente con la propria moto e probabilmente a causa del ritardo nei soccorsi perse la vita. L’episodio sconvolse così tanto un gruppo di Corinaldesi da convincerli a cercare di risolvere il problema.
Nacque nel giro di breve tempo, prendendo spunto dall’esperienza di altre associazioni di volontariato impegnate in questo settore, la Pubblica Assistenza AVIS Corinaldo. Venne attrezzata una ambulanza ricevuta in dono dall’Associazione AVIS donatori locale e tanti corinaldesi di buona volontà dedicarono parte del loro tempo per formarsi ed assicurare in caso di emergenza sanitaria un intervento tempestivo e il più possibile qualificato.
Prendeva avvio una magnifica avventura che avrebbe coinvolto tantissime persone ed avrebbe costruito passo dopo passo una Associazione solida, valido punto di riferimento non solo per Corinaldo ma anche per i paesi limitrofi.

Come è cresciuta

 

 

 

Dopo un anno dalla costituzione della Pubblica Assistenza la USL di Senigallia consapevole essa stessa della necessità di assicurare un servizio di emergenza coordinato sul territorio decise di investire le proprie risorse in questo settore e chiese alle Associazioni di volontariato di occuparsi dei servizi programmati. Nasceva il MISA SOCCORSO.
La Pubblica Assistenza oltre a svolgere, la notte e i festivi, attività d'emergenza, fu chiamata ad occuparsi dei servizi programmati (trasferimenti, dimissioni, ricoveri, fisioterapie e qualsiasi trasporto che non si caratterizzasse per l’imminente pericolo di vita del paziente).
Il primo anno di attività programmata fu svolto esclusivamente con l’impegno dei volontari, in seguito dato l’incremento del numero dei servizi ci si avvalse della prestazione d’opera retribuita avente carattere occasionale di alcuni soci.
Tanti studenti e disoccupati, chi avesse bisogno di sostegno finanziario, semplici volontari che desiderassero svolgere questo lavoro hanno trovato nell’Associazione un punto di riferimento e una importante fonte di reddito seppure non continuativa.
Vennero acquistate nuove ambulanze, il lavoro aumentò ulteriormente, alle persone per varie ragioni costrette ad abbandonare il volontariato se ne sostituirono di nuove capaci di portare il loro entusiasmo, tanti giovani furono coinvolti.
Con instancabile lavoro, superate le difficoltà che di volta in volta si presentavano si sono gettate le basi su cui si fonda oggi la Pubblica Assistenza.

Com’è oggi

 

 

 

 

La Pubblica Assistenza AVIS Corinaldo è oggi una realtà affermata su cui i cittadini possono fare affidamento in caso di necessità sia per le emergenze, sia per trasporti non urgenti.
Ci avvaliamo della collaborazione di 120 volontari attivi: 85 appositamente formati per l'emergenza, 25 formati per lo svolgimento dei soli servizi programmati, 10 chiamati ad erogare una serie di servizi collaterali essenziali per il buon funzionamento dell'Associazione (un informatico, una psicologa, alcuni medici ed infermieri, ecc.). Di questi ben 33 sono giovani sotto i 35 anni che hanno trovato nel volontariato in questa associazione un momento di incontro e di amicizia.
La Pubblica Assistenza come qualsiasi altra organizzazione no-profit non ha scopo di lucro, le somme incassate con lo svolgimento dei servizi sono reinvestite nei mezzi, nelle attrezzature e nei corsi di formazione.
Non possiamo a questo punto non menzionare l’insostituibile contributo che danno i 4 volontari in servizio civile assegnati al nostro ente.
Numerose sono le attività promozionali svolte nelle scuole elementari, medie inferiori e medie superiori. Ogni anno vengono organizzate delle feste del volontariato a Corinaldo e nei paesi limitrofi che ormai contano molti volontari nella nostra Associazione.

Vengono regolarmente organizzati corsi di formazione sia per i volontari che per la popolazione.

I giovani studenti hanno la possibilità di frequentare stages e sono accompagnati nei servizi da tutor appositamente formati: non è un caso che poi chi si sia avvicinato a queste attività difficilmente se ne distacchi.
I sevizi sono svolti utilizzando 8 ambulanze e 2 automobili.
Partendo da questi ottimi presupposti per il prossimo futuro ci aspettiamo di coinvolgere ancora più giovani.